60 Anni di Cern!

ottobre 13, 2014

by — Posted in Scienze

 

Il 29 settembre 1954, 60 anni fa, 12 Paesi europei (Italia compresa) fondavano il CERN sul confine franco-svizzero nei pressi della città di Ginevra.

Il proposito iniziale era quello di creare il più grande laboratorio mondiale per lo studio del nucleo degli atomi (Fisica nucleare), in una prospettiva di serena collaborazione internazionale; presto gli interessi di ricerca si spinsero ben al di sotto della scala nucleare, verso la scoperta e lo studio delle particelle subatomiche (Fisica delle particelle, Fisica delle alte energie).
Al CERN le numerosissime conferme delle predizioni del Modello Standard, l’attuale summa delle conoscenze sulle interazioni fondamentali, si sono compiute in un contesto di assoluta avanguardia tecnologica, e a volte le scoperte si sono spinte anche oltre. Ad esempio, nel contesto dell’unificazione elettrodebole, cioè la descrizione unificata della forza elettromagnetica e di quella debole (quest’ultima responsabile ad esempio del decadimento radioattivo), si osservarono:
– le correnti neutrali deboli (1973), scoperta che valse ai fisici teorici S.Weinberg, S.L.Glashow e A.Salam il Nobel 1979;
– gli stessi mediatori della forza debole, chiamati bosoni W e Z (1983), osservazione premiata con il famoso Nobel 1984 a C.Rubbia e S. van der Meer.
Sempre a Ginevra fu possibile l’isolamento dell’anti-idrogeno (1985) e si ebbe definitiva conferma della violazione di CP (1999), mostrando che la natura discrimina tra materia e antimateria.
Al CERN, nei primi anni ’90, è stato inoltre inventato il World Wide Web, che, possiamo dire senza timore di esagerare, ha cambiato per sempre e indelebilmente la storia dell’umanità.
Attualmente, il CERN opera il più grande e potente acceleratore di particelle mai costruito, LHC, e ospita più di 10000 scienziati di tutte le nazionalità. Proprio tramite LHC, nel 2012, è stato finalmente osservato il famoso bosone di Higgs, l’ultima particella fondamentale predetta dal Modello Standard che fino ad ora aveva eluso le investigazioni dei ricercatori di tutto il mondo.

L’esistenza del CERN prova che la collaborazione internazionale, pacifica e multiculturale, volta alla ricerca del progresso e della conoscenza nel pubblico interesse e a beneficio dell’intera umanità, non solo è una strada perseguibile e perseguita, ma è anche estremamente fruttuosa e felice.

Approfondimenti, informazioni e curiosità sui 60 anni dalla fondazioni presso:

http://cern60.web.cern.ch/en

cropped-pic011.png